Il luna park della scaloppa Luca Ferrua

http://www3.lastampa.it/cucina/sezioni/reportage/tre-chef-in-tavola/articolo/lstp/388774/

Vintage (voto 8+)
Il luna park della scaloppa Luca Ferrua Se parliamo di scaloppa di fegato grasso in piazza Solferino si mangia la migliore della città. Umberto Chiodi Latini sostiene di averla messa in carta solo per accontentare i clienti stranieri che sono abituati a trovarla nei ristoranti di alto livello a Torino, come a Parigi o a New York. Ma è difficile prendere per buona questa spiegazione vista la cura e la passione con cui declina il famigerato fegato. L’ultimo allestimento vale un pasto. Prima quelli del «Vintage» lo servono con un pinguino ricoperto di granella, poi in «cubalibre»: con gelatina di coca cola e rhum. Oppure ci si può imbattere in un toast di panettone e fegato grasso crudo o magari affrontare un carpaccio in piedi con mostarda di fichi e poi si conclude sempre con un trionfo di scaloppa con mostarda di cipolle di Tropea. E’ chiaro che chi a mail «foie» ama gli eccessi. E al «Vintage» lo sanno bene.