LE GUIDE DE L'ESPRESSO I RISTORANTI D'ITALIA 2005

punteggio: 15/20 un bicchiere ; (guida 2004 14/20)

commenti: la ristorazione torinese è piatta si sa, è quindi importante coglierne i movimenti e soprattutto, dar atto a chi emerge dalla media. Il Vintage, appunto, si stacca e spicca. Per professionalità, per tono, per servizio, soprattutto per qualità e ampiezza della cucina. In quest'ultima affermazione, positiva, è compreso però anche il limite che in qualche modo ne condiziona la crescita e, in passato, ci ha indotto a sottolinearne qualche caduta: la carta, l'offerta, sono troppo ampie e generose, inevitabile che non tutto sia sempre perfetto. Però la cucina c'è, gustosa e varia, senza barricate né paletti, c'è il Piemonte e c'è tanto mare, ci sono le squisite acciughe su patate d'Entracque e le ostriche di Bretagna, gli agnolottini del plin e il filetto di rombo e seppie con vinaigrette di fegato grasso, il filetto di Fassone e le code di scampi con costolette di coniglio su crema di scalogno. Due menù degustazione a 45 e 65 euro, alla carta circa 55.